Carburo di silicio

//Carburo di silicio

Carburo di silicio

Carburo di silicioSiC per gli amici chimici, Carborundum il nome scelto da E.G. Acheson nel 1880 per identificare commercialmente questo nuovo materiale sintetico di origine inorganica.
Quasi inesistente in natura sul nostro pianeta, è invece molto comune nello spazio, forse non è un caso che nel film 2001 odissea nello spazio di Kubrick i monoliti fossero costruiti utilizzando questo materiale. È presente in siti geologici molto particolari come i camini vulcanici o in alcune meteoriti. Ne deriva che quasi tutto il SiC utilizzato al mondo, sia di origine sintetica. Il SiC è un materiale ceramico ed un semiconduttore al tempo stesso.
Fonde a 2730°C e questo ne fa un materiale particolarmente resistente, possiede una elevata conduttività termica (disperde calore come i metalli) e per questo è impiegato come materiale strutturale in settori dove si applicano elevate temperature.

Scambiatori in carburo di silicio SiC

I nostri scambiatori di calore in carburo di silicio (SiC) sono spesso usati nell’industria chimica e farmaceutica nel corso dei processi di riscaldamento, raffreddamento e condensazione di liquidi altamente abrasivi o ossidanti, per alogeni liberi o per solventi aggressivi. Questo perché il carburo di silicio è particolarmente adatto per il trattamento di sostanze aggressive, anche a temperature elevate, prima di tutto per la sua notevolissima resistenza alla corrosione e all’abrasione e per l’alta conduttività termale. […]